Cambiare disposizione agli arredi: un ottimo passatempo antistress

Quando ero bambina mi capitava spesso di tornare da scuola e trovare il mio salotto completamente stravolto: mia madre nel tempo libero si divertiva a cambiare disposizione degli arredi e a me ogni volta sembrava di entrare in una casa nuova!

Modificare la posizione dei mobili può essere un ottimo modo per esprimere la propria creatività e allo stesso tempo donare un nuovo aspetto alla casa senza spendere una fortuna. Quante volte passando per il salotto avete pensato distrattamente che quel mobile in quel posto tutto sommato non sta tanto bene? Bene, il momento di sperimentare nuovi accostamenti è arrivato: esplorare gli ambienti e pensare a nuove soluzioni può sembrare un rompicapo ma vi assicuro che dopo vi regalerà un senso di soddisfazione e buon umore.

Per cambiare la disposizione degli arredi servono alcuni strumenti e delle regole base da seguire. Vediamo insieme cosa occorre:

  • Metro o rollina
  • Forbici
  • Matita
  • Foglio di carta (millimetrata sarebbe ideale)
  • Cartoncini colorati ( anche il cartone dei packaging alimentare è perfetto )

Come prima cosa mettete su la vostra musica preferita e rimboccati le maniche. La fase iniziale consiste nel rilievo degli ambienti e dei mobili: prendete le misure di larghezza e lunghezza della stanza e di tutti arredi che desiderate spostare e appuntale su un foglio. Una volta conclusola misurazione, disegnate sul foglio millimetrato il perimetro della stanza e ritagliate i cartoncini seguendo le dimensioni che hai segnato. Ricordate sempre di dividere le misure sempre per lo stesso fattore (ad esempio se il tavolo è 60 cm per 1200 cm dividete per 20 e fai un cartoncino rettangolare di 3 cm per 6 cm).

Ora inizia il gioco! L’obiettivo è rinnovare lo spazio interno delle nostre case sperimentando nuove posizioni per i nostri arredi. Sarà tutto più semplice cercando di ricordare alcune regole base che valgono per tutte le stanze:

  • Cerchiamo di formare dei percorsi fluidi verso tutte le aperture come porte, balconi, verande. Camminare nella nostra casa non deve diventare un percorso a ostacoli!
  • Non impedire mai alla luce naturale il suo irraggiamento: non posizioniamo arredi alti o troppo ingombranti in prossimità delle finestre.
  • Ricordiamo sempre di lasciare circa un metro di spazio libero davanti agli sportelli per consentirne l’apertura senza essere d’intralcio a chi passa alle nostre spalle.
  • Facciamo attenzione all’impianto elettrico. Molto spesso non possiamo prescindere dalla posizione delle prese elettriche o di alcune lampade a soffitto che cadono in punti precisi. Sarebbe utile indicare a matita i punti elettrici così da non dimenticarcene.

Ora che avete queste piccole indicazioni si può dare il via libera alla trasformazione e sono certa che i vostri arredi non avranno pace! Inviatemi le foto del “prima” e del “dopo” del vostro relooking, sono curiosa di vedere il risultato e magari darvi qualche consiglio.