Colori pareti di ingresso e corridoio: consigli per tinteggiare

Colori pareti di ingresso e corridoio

Le opere di tinteggiatura rientrano negli interventi di manutenzione o di restyling rivolti a migliorare l’aspetto estetico di una casa. I colori pareti di ingresso e corridoio sono difficili da individuare perchè si tratta di spazi particolari. Tinteggiare ambienti spesso piccoli e senza finestre, potrebbe essere una buona mossa per rendere lo spazio più ampio e ordinato, utilizzando la funzione sensoriale del colore a proprio vantaggio.

Colori pareti di ingresso e corridoio: “effetto wow” di facile realizzazione

Da architetto ti dico che chi vive in una casa con stanze irregolari o con soffitti bassi, è sempre alla ricerca di piccoli accorgimenti per rendere lo spazio più accogliente. Tra diversi accorgimenti, l’intervento di tinteggiatura di pareti e soffitti è una delle soluzioni più efficaci ed economiche.

Leggendo questo articolo puoi imparare piccoli trucchi e idee del progetto casa per ottenere l’effetto ottico che hai sempre desiderato: aumentare o rinfrescare uno spazio può essere molto semplice seguendo alcune dritte sulle composizioni geometriche della stanza. Ma non dimenticare: a seconda del tipo di tinteggiatura scelta, la stanza sembrerà più alta, più stretta, più profonda o più piccola. Per cui quando ci facciamo prendere dalla voglia matta di fare delle pitture audaci, ricordiamoci queste semplici regole di percezione!

Tinteggiare un corridoio: casi particolari

  • Se il tuo corridoio ha un soffitto alto (dai 2,70 metri in su) si può utilizzare un colore scuro per dare l’illusione che il soffitto sia più basso.
  • Se invece ha un soffitto basso (al di sotto dei 2,50 metri) tinteggiandolo di bianco o con colori chiari sembrerà più distante e quindi più alto.
  • Nel caso in cui abbiamo un ambiente lungo e stretto, è meglio tinteggiare il corridoio utilizzando un colore più scuro solo sulla parete terminale, così da dare alla stanza un aspetto più proporzionato avvicinando la fine della camera.
  • Nel caso di un corridoio molto ampio va applicato un colore più scuro sulla parte inferiore delle pareti, magari sotto una guida o una linea ideale, e applicato un colore più chiaro nella parte superiore.
  • Se ci troviamo di fronte ad un corridoio molto piccolo la scelta migliore resta quella di optare per il total white o comunque per colori molto chiari.
  • Inoltre se sei un fan delle strisce ricorda che dipingere una parete con strisce verticali renderà più slanciato lo spazio della camera. Al contrario, le strisce orizzontali lo faranno sembrare più largo e tozzo.

Prima di scegliere il tono della pittura, non dimenticare che qualsiasi colore sulle pareti risulta più carico.

Ti consiglio di acquistare prima un barattolo piccolo della tonalità scelta e di fare una prova sulla parete che vuoi tinteggiare: se non è realmente l’effetto che desideri sei sempre in tempo per cambiare tonalità prima di dipingere l’intera parete!

Una volta scelto il colore giusto, prepara la stanza, spostando i mobili al centro così sarà più semplice muoverti, proteggendo porte, finestre e pavimenti con teli di plastica e utilizzando lo scotch di carta per proteggere gli spigoli degli oggetti dalle pennellate. A questo punto devi solo rimboccarti le maniche (nel vero senso della parola) e metterti all’opera!

tinteggiare un disimpegno

Ricorda che quando in una stanza si usano colori diversi, l’occhio si soffermerà sulla linea in cui c’è il cambio cromatico: attenzione alla precisione dei bordi e alla definizione delle porzioni di parete e/o soffitto.

Se non ami il DIY (fai da te) ed ti piacerebbe provare soluzioni di pitture innovative, rivolgiti a maestranze selezionate o professionisti del settore. E se sei indeciso sui colori giusti per le tue stanze, non esitare a contattarmi: ti fornirò una consulenza fatta su misura per la tua casa.

Condividi o stampa questo articolo

0Shares
0 0 0